Assemblea parrocchiale. Verso il nuovo anno pastorale, dedicato a questo tema: la SPERANZA

Il giorno 14 giugno, nella chiesa di Santa Maria Assunta a Pitigliano, dopo la Santa Messa delle 18:00, si è svolta l’assemblea parrocchiale. L’incontro è stato aperto non solo a tutti i collaboratori dei vari settori di riferimento pastorale a Pitigliano, cioè l’Azione Cattolica, il gruppo dei catechisti, l’Oratorio con la Polisportiva, l’associazione San Vincenzo de’ Paoli, il gruppo parrocchiale del Centro Volontari della Sofferenza, ma anche a tutti i fedeli. L’obiettivo della riunione è stato iniziare insieme il cammino di preparazione al nuovo anno pastorale 2024/2025, con particolare attenzione al 2025, nel quale avverrà la celebrazione dell’Anno Santo. 

E’ stata celebrata dal parroco Don Giacomo la Santa Messa votiva allo Spirito Santo; era presente Don Lido, con l’assistenza dei diaconi Stefano, Carlo e Alberto. Il parroco ci ha illuminati sulle problematiche da dover affrontare per arrivare con serenità al Giubileo. 

Il Giubileo è una tradizione che risale ai racconti della Bibbia, quindi ha origini molto antiche; era proposto come l’occasione per ristabilire un corretto rapporto con Dio, con le persone e con il creato. Ciò portava alla remissione dei debiti, alla restituzione dei terreni ai proprietari originari, al riposo della terra e alla liberazione degli schiavi. 

Nel presiedere l’assemblea parrocchiale, Don Giacomo ha illustrato in maniera molto chiara alcuni temi, dai quali sono scaturite delle idee, che saranno oggetto di riflessione durante l’estate; poi, a settembre, ci ritroveremo di nuovo insieme e dovremo approfondire più dettagliatamente il programma, per permetterne l’attuazione nel prossimo anno pastorale. 

Il nostro tema ruoterà attorno a queste due semplici parole, che racchiudono un grande significato: speranza e gioia. “Mi sono giunti diversi suggerimenti per la scelta del tema per il prossimo anno pastorale parrocchiale, secondo quanto vi avevo chiesto”, ha detto don Giacomo. “Certamente, siamo in preparazione al Giubileo. Il Papa, per l’Anno Santo, ha dato un titolo: pellegrini di speranza. E chi di noi non ha bisogno di speranza? Quindi, sarebbe bello per noi un anno sulla speranza, per vivere la gioia della fede. Speranza e gioia, ecco il tema”.

Questo argomento, ovviamente, sarà sviluppato in consonanza ai temi e alle indicazioni che eventualmente vorrà offrirci la Diocesi.

Cos’è la speranza? La speranza deriva dalla fede, che prospetta le cose e la realtà di tutti i giorni in maniera nuova e che permette di considerare la vita come un dono, capace di portare gioia; anche nei dolori, se saputi accettare, si può sperimentare serenità. Non si può vivere senza speranza. La gioia è uno stato d’animo con cui cerchiamo di liberarci da quel senso di amarezza che pervade la nostra quotidianità; è come se accogliessimo uno spiraglio di luce. 

Riflettendo bene su questi temi, si trovano delle idee semplici ma efficaci per il prossimo anno pastorale. 

Un’idea che Don Giacomo ha suggerito, ed è stata subito accolta, è il ritrovarsi insieme con un momento di riflessione ma anche di festa, con la celebrazione della Messa all’aperto nel campo sportivo del Seminario, alla presenza di grandi e ragazzi, che segnerà l’inizio del nuovo anno pastorale con speranza e gioia. 

Roberta Liberati 

Catechista

Il Parroco Don Giacomo chiede a tutti i parrocchiani e a tutti coloro che desiderano esprimere il proprio pensiero, di proporre idee, dare suggerimenti, pensare a iniziative; il tutto, che abbia a che fare con il tema della speranza e della gioia. Riflettiamoci durante l’estate. A settembre, nelle riunioni dei vari gruppi e nella nuova assemblea parrocchiale che faremo, potremo condividere quanto abbiamo ideato per discutere insieme come metterlo in atto. Potete inviarmi i vostri pensieri all’indirizzo email che potete vedere su questo sito, o ai miei contatti personali. Aspetto da tutti il vostro contributo!

Qui sotto, un momento dell’assemblea, con l’intervento di Paolo Giusti, presidente dell’associazione “San Vincenzo De Paoli”, il quale illustra ai presenti le attività e i risultati raggiunti nell’ambito dell’aiuto alle persone bisognose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto